Italiano  IT - Inglese  EN
Massimo Arattano
Primo Ricercatore

CNR - IRPI sede di Torino
Strada delle Cacce, 73 - 10135 TORINO (TO)
Phone: 0039.011.3977834
Mail: massimo.arattano@irpi.cnr.it



Studi:
Data di nascita: 10 gennaio 1963 (Alessandria, Italia)
Nazionalitā: italiana
Istruzione: laurea in ingegneria civile conseguita presso il Politecnico di Torino il 16 Maggio 1987, votaz. 110/110 e lode.

Assunto nel 1988 presso l'Area di Ricerca del CNR di Torino si č occupato per un anno di problemi riguardanti i servizi tecnici d'Area. Alla fine del 1989 ha preso servizio all'IRPI dove si č inizialmente occupato di interventi di studio in occasione di eventi alluvionali. Dal 1991 ha iniziato ad interessarsi di ricerche sulle colate detritiche torrentizie (debris flow). Nel 1992 ha trascorso un periodo di 9 mesi negli USA, presso l'USGS di Denver occupandosi di modellazione matematica delle colate detritiche. Nel 1993 ha assunto la responsabilitā della gestione delle attivitā di monitoraggio di colate detritiche del T. Moscardo, un piccolo bacino delle Alpi nord-orientali. Nel luglio 1994 ha assunto la responsabilitā scientifica per l'IRPI del Progetto finanziato dalla Unione Europea "Contribution to the reduction of debris flow damage, with the analysis of the triggering factors, initiation, propagation and deposition phenomena, in the Alpine region" (Contract n° EV5V CT94 O453). Il progetto si č concluso nel Luglio 1996 e nell'ottobre ha preso il via un nuovo contratto di ricerca finanziato dalla Unione Europea dal titolo "Debris flow management and risk assessment in the Alpine region" (Contract n° ENV4 CT96 O253) seguito nel 2000 da un ulteriore contratto tutt'ora attivo dal titolo "Torrent Hazard Assessment and Risk Mitigation Tools" (Contract n° EVG1-CT-1999-00012) dei quali ha nuovamente assunto la responsabilitā scientifica per l'Istituto. Dal 2001 si occupa anche di elaborazione di dati derivanti dal monitoraggio di frane

Settori di attivitā:
Monitoraggio di colate detritiche e frane - sviluppo di algoritmi di allarme per colate detritiche - elaborazione dati provenienti dal monitoraggio di colate detritiche e frane - reologia dei miscugli granulari. Attivitā editoriali e di referaggio: Convener della Open session on monitoring, modelling and mapping of mass movements tenutasi durante la 24°, 25°, 26° e 27° General Assembly della European Geophysical Society (EGS). Editor e Referee per il Journal of Physics and Chemistry of the Earth negli anni 2000, 2001 e 2002. Referee per la 2° e 3° International Conference on Debris-Flow Hazards Mitigation: Mechanics, Prediction, and Assessment. Editor e Referee per il Journal Natural Hazards and Earth System Sciences.

Pubblicazioni di riferimento
  • ARATTANO M., SAVAGE W.Z. (1994) - "Modelling debris flows as kinematic waves" Bulletin of the IAEG, No 49, 95-105.

  • ARATTANO M. DEGANUTTI A.M., MARCHI L. (1997) - "Debris flow monitoring activities in an instrumented watershed on the italian alps". Proceedings of the First International ASCE Conference on Debris-Flow Hazard Mitigation: Mechanics, Prediction and Assessment, San Francisco, Ca, August 7-9, 1997 506-515.

  • COUSSOT P., LAIGLE D., ARATTANO M., DEGANUTTI A.M. & MARCHI L. (1998) - "Direct determination of rheological characteristics of a debris flow". Journal of Hydraulic Engineering, ASCE Vol. 124, No. 8, p.865- 868.

  • ARATTANO M., MOIA F. (1999) Monitoring the propagation of a debris flow along a torrent. Hydrol. Sci. J. 44 (5), pp. 811-823.

  • ARATTANO M. (2000) On the use of seismic detectors as monitoring and warning systems for debris flows. Natural Hazards, No 20/2-3. 197-213.

  • ARATTANO, M., GRATTONI, P., 2000. Using a fixed video camera to measure debris-flow surface velocity. In G. Wieczorek & N. Naeser (eds.) Proceedings, Second International Conference on Debris-flow Hazard Mitigation: Mechanics, Prediction, and AssessmentRotterdam: A.A. Balkema. : 273-281.

  • MARCHI L., M. ARATTANO, DEGANUTTI, A.M. (2002) Ten years of debris flows monitoring in the Moscardo Torrent (Italian Alps). Geomorphology, 46(1/2), 1-17.

  • LOLLINO G., ARATTANO M., CUCCUREDDU M. (2002) The use of the Automatic Inclinometric System (AIS) for landslide early warning: the case of Cabella Ligure (North -Western Italy). Physics and Chemistry of the Earth, Volume 27, No. 36, 1545-1550.