Italiano  IT - Inglese  EN
Fabio Luino
Ricercatore

CNR - IRPI sede di Torino
Strada delle Cacce, 73 - 10135 TORINO (TO)
Phone: 0039.011.3977823
Mail: fabio.luino@irpi.cnr.it


Studi:
Laurea in Scienze Geologiche

Settori di attività:
Fabio Luino si laurea in Scienze Geologiche nel 1987 presso l’Università degli Studi di Torino. Dopo due anni di borsa di studio presso l’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica di Torino (IRPI), nel 1989 diventa ricercatore presso il medesimo istituto (sito ufficiale: www.irpi.cnr.it). Da tale data svolge funzioni di ricerca, programmazione, coordinamento di studi e di divulgazione inerenti inondazioni, colate detritiche torrentizie e frane analizzati prevalentemente da un punto di vista geomorfologico e storico con finalità di pianificazione territoriale.

In particolare analizza i fenomeni durante la fase parossistica e ne studia gli effetti e i danni; si occupa altresì di ricerca storica presso gli archivi pubblici e privati, finalizzata alla costituzione di banche dati utili per l’identificazione delle zone a rischio. Nell’IRPI di Torino ha la responsabilità del reparto per la "Gestione dati territoriali" (GDT) al quale afferiscono 11 dipendenti dell’Istituto fra ricercatori, tecnici ed amministrativi. Il GDT dell’IRPI Torino comprende la biblioteca (oltre 15.000 testi), l’archivio (circa 120.000 documenti), la cartoteca (oltre 8.000 carte) e la aerofototeca (circa 300.000 fotografie aeree). Per il Gruppo Nazionale Difeda Catastrofi Idogeologiche, dal 1988 al 1998 è stato responsabile dell'U.O. 2.1. (Linea 2). In tale ambito si è occupato del Programma Speciale SCAI (Studio Centri Abitati Instabili) per la regione piemontese, studiando 43 centri abitati (inseriti nell’elenco del D.L. 445 del 1908), coinvolti non solo da movimenti gravitativi, ma anche da fenomeni di colata detritica torrentizia e da processi di dinamica fluviale. Dal 1999 al 2002 è stato responsabile dell'U.O. 3.51. (Linea 3). Dal 1994, in qualità di esperto del GNDCI, per conto del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile (ai sensi dell'art. 1 D.L. 26/1/1987), effettua sopralluoghi atti a determinare l'esistenza di pericolo incombente per la pubblica incolumità.

E’ stato il referente scientifico per l’IRPI di Torino nell'ambito di diverse convenzioni succedutesi dal 1997 ad oggi con Regioni ed Enti: collabora tuttora con il settore urbanistico e la Protezione Civile della Regione Lombardia. In particolare per la Regione Lombardia, nel periodo 1998-2002, ha studiato la geomorfologia fluviale del T. Staffora (PV), T. Pioverna (LC), Fiume Serio (BG) e Fiume Oglio sopralacuale (BS) al fine di individuare le zone potenzialmente inondabili lungo i fondivalle. Per l’AIPO di Parma, nel 2002-2003, si è occupato del monitoraggio geomorfologico del Fiume Tanaro. Sempre per conto della Protezione Civile della Regione Lombardia è stato responsabile scientifico del: a) Programma INTERREG IIIA Italia-Confederazione Elvetica, per la redazione del progetto “Sviluppo di un sistema di gestione dei rischi idrogeologici nell’area del Lago Maggiore (Azione 2) (nov. 2002-mag. 2004) ove lo scopo principale era l’individuazione della fascia costiera a rischio d’inondazione al fine di poter redigere accurati piani di protezione civile. Il volume finale ha vinto il primo premio al Forum della Pubblica Amministrazione 2005 (FORUMP.A.); b) Programma INTERREG IIIB Medocc 2000-2006. Progetto “Damage”, per “sviluppare una metodologia a livello europeo di identificazione e valutazione dei danni subiti a seguito di eventi calamitosi su base informatica che consenta l’accesso ai fondi di solidarietà comuni”. E' correlatore di tesi di laurea a carattere geomorfologico con particolare riguardo alla pianificazione territoriale. Partecipa regolarmente a convegni nazionali e internazionali. E’ sovente invitato, in qualità di relatore, da Dipartimenti di Scienze della Terra, da Enti Pubblici e di Ricerca per seminari sui processi naturali in atto nel Nord Italia. Nel 1996 ha organizzato il Convegno Internazionale "La prevenzione delle catastrofi idrogeologiche: il contributo della ricerca scientifica", svolgendo funzioni di segretario scientifico e curando in seguito, in qualità di editor, la redazione e la stampa degli Atti del Convegno (1998).

Nel 1999 ha trascorso 12 mesi ad Enschede presso l’ITC dove si è occupato di studi storico-morfologici nella zona dell’Adige nell’ambito del Progetto europeo GETS. Nel luglio 2002, in qualità di "invited lecturer", è stato invitato dagli organizzatori dell'IAG alla settimana dedicata a giovani laureati di tutta Europa sul tema "Relationships between man and the mountain environment in terms of geomorphological hazards and human impact in Europe". Nel luglio 2006 ha usufruito di una short-term mobility presso il Politecnico delll’Universidad di Valencia, confrontando le metodologie utilizzate dall’IRPI e dalla università spagnola per la valutazione dei danni derivanti da alluvione. E' membro dell'IAEG, AIGEO ed AIGA.

Pubblicazioni di riferimento

Attività editoriali pubblicate dal CNR
  • LUINO F. (1998), Editor : “La prevenzione delle catastrofi idrogeologiche: il contributo della ricerca scientifica”, 2 voll., 1232 p., Tip. L’Artistica Savigliano.

Libri e capitoli di libri
  • LUINO F., RAMASCO M. & SUSELLA G. (1993): "Atlante dei centri abitati instabili piemontesi", 245 p., dicembre 1993, Torino. N. pubbl. GNDCI: 964.

  • CNR-IRPI (1995): "5-6 novembre 1994, un evento da non dimenticare", (a cura di E. Farina). Pubblicazione iconografica inerente l’evento alluvionale del novembre 1994, 94 p.

  • LUINO F., BASSI M., BOSSUTO P., FASSI P., BELLONI A. & PADOVAN N. (2002): “Individuazione a fini urbanistici delle zone potenzialmente inondabili. Ricerca storica e analisi geomorfologia. Fiume Oglio-Valcamonica”. Quaderni Regionali di Ricerca n. 22 dell’IReR – Istituto Regionale di Ricerca della Lombardia, 80 p.

  • GOVI M. & LUINO F. (2003) – “La colata di fango di Stava (Trentino) del 19 luglio 1985”. In: Tosatti (Ed.): “Rassegna dei contributi scientifici sul disastro della Val di Stava (Provincia di Trento), 19 luglio 1985”, p. 361-397. N. pubbl. GNDCI: 2807.

  • LUINO F., FASSI P., LERBINI M., BELLONI A., CALDIROLI G. & BRAGHIN F. (2005): “Individuazione delle zone potenzialmente inondabili della sponda lombarda del Lago Maggiore. Ricerca storica, studio geomorfologico ed analisi urbanistica ai fini della pianificazione di emergenza comunale e intercomunale”. P.I.C. INTERREG IIIA Italia/Svizzera 2000-2006. Regione Lombardia, Protezione Civile, 4 volumi, per complessive 366 p.

  • LUINO F. (2005): “Ricerca storica ed analisi morfologica” in “I piani di emergenza comunali per il rischio idrogeologico e lacustre nella provincia di Varese”. Progetto INTERREG IIIA Italia-Svizzera 2000/2006 (2005) “Sviluppo di un sistema di gestione dei rischi idrogeologici nell’area del Lago Maggiore”. Arpa Piemonte, Tip. Ages Arti Grafiche, p. 41-56.

  • LUINO F., CHIARLE M., AGANGI A., BIDDOCCU M., CIRIO C.G., GIULIETTO W. & NIGRELLI G. (2005): “Metodologia comune di valutazione dei danni conseguenti ad eventi calamitosi”. El Projecte Damage, Seminari València 9 i 10 de juny 2005, p. 127-137.

  • TROPEANO D., LUINO F., TURCONI L., in collaborazione con AGANGI A., AUDISIO C., BIDDOCCU M., CHIARLE M., CASAZZA M., CIRIO C.G., FASSI P., GIULIETTO W., GODONE F., IANNOTTI S., SAVIO G. (2006): “Eventi di piena e frana in Italia settentrionale nel periodo 2002-2004”, N. pubblicazione GNDCI: 2911, Ed. SMS, Torino, 158 pp.

Pubblicazioni su riviste internazionali:
  • LUINO F., BASSI M., FASSI P., BELLONI A. & PADOVAN N. (2002): “L’importanza delle notizie pregresse quale supporto allo studio geomorfologico per l’individuazione delle aree potenzialmente inondabili ai fini urbanistici: il fondovalle del Torrente Pioverna (Valsassina, Lombardia)”. Italian Journal of Engineering Geology and Environment, Quaderni di Geologia Applicata – Serie AIGA, 1, p. 95-109.

  • LUINO F. (2005): “Sequence of instability processes triggered by heavy rainfall in northwestern Italy”. Geomorphology, vol. 66, p. 13-39.

Publicazioni su riviste nazionali:
  • LUINO F., BELLARDONE G., GALLIANO G. & GODONE F. (1992): "La frana del 4 maggio 1991 in località Mongia nel Comune di Scagnello", Bollettino Associazione Mineraria Subalpina, XXIX, 4, p. 389-398, dicembre 1992, Torino, N. pubbl. GNDCI: 800.
  • LUINO F. (1993): "Effetti dell'evento pluviometrico del 23-24 settembre 1993 nell'Italia Nord-Occidentale", Nimbus, anno I, 2, p. 36-41, Torino. N. pubbl. GNDCI: 1170.
  • LUINO F., CHIARLE M., MOSCARIELLO A. & ARATTANO M. (1994): "Un fenomeno di mobilizzazione in massa presso Oropa (VC)", Bollettino Associazione Mineraria Subalpina, XXXI, 2, settembre 1994, p. 149-156, Torino, N. pubbl. GNDCI: 965.
  • LUINO F. (1994): "L'uomo favorisce le calamità naturali?", Cronache piemontesi, XIV, I semestre 1994, p. 58-61, Torino.
  • LUINO F. (1995): "Fenomeni gravitativi durante l'evento alluvionale del 5-6.11.1994 in Val Tanaro". Nimbus, anno II, 6-7, p. 45-52, gennaio-marzo 1995, Torino. N. pubbl. GNDCI: 1389.
  • TROPEANO D., ARATTANO M., DEGANUTTI A.M., LUINO F., CIARMATORI L. & DUTTO F. (1995) – “L'evento alluvionale del 23-25 settembre 1993 in Liguria, Piemonte e Valle d'Aosta. Aspetti idrologici e geomorfologici”. Suppl. a GEAM - Geoingegneria Ambientale e Mineraria, Quaderni di studi e di documentazione, n. 18, 32 (2-3), 43 p. N. pubbl. GNDCI: 1661.
  • LUINO F. (1995): "Uomo-ambiente: convivenza impossibile?", Dedalus, Professione Architetto, anno 3°, n. 11 in edicola, p. 4-6.
  • TROPEANO D., CASAGRANDE A., LUINO F. & CESCON F. (1996): “Processi di mud-debris flow in Val Cenischia (Alpi Graie)”. Suppl. a GEAM - Geoingegneria Ambientale e Mineraria, Quaderni di studi e di documentazione, n. 18, 33 (2-3), p. 5- 31. N. pubbl. GNDCI: 1796.
  • LUINO F. & CHIARLE M. (1996): “Colate detritiche torrentizie innescate dal nubifragio del 08.07.1996 sul M. Mottarone”, Nimbus, anno IV, 3/4, p. 123-125, Torino.
  • LUINO F. (2000): “Ricerche su centri abitati esposti a rischio nell’Italia Settentrionale”. GNDCI, Linea 2 «Previsione e prevenzione eventi franosi a grande rischio», Rapporto 1986-1995, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento Protezione Civile; p. 11-20, N. pubbl. GNDCI: 2142.
  • TROPEANO D., LUINO F. & TURCONI L. (2000): “Evento alluvionale del 14-15 ottobre nell’Italia Nord-Occidentale. Fenomeni ed effetti”. GEAM, XXXVII, n. 4, p. 203-216. N. pubbl. GNDCI: 2296.
  • LUINO F. (2001): “Raccogliamo ciò che abbiamo seminato...”. Nimbus, anno VI, 3-4 (1998), p. 100-111, Torino.
  • LUINO F. (2001): “Come un fiume in piena”. Costruire, N. 221, ottobre 2001, in edicola, p. 68-70.
  • LUINO F. (2005): “Research on Urbanized Areas Damaged by Natural Processes in Piedmont (NW Italy)”. Giornale di Geologia Applicata, vol. 1, p. 131-138
Atti di congressi internazionali:
  • LUINO F., ARATTANO M. & BRUNAMONTE F. (1996): "Vulnerability of urban areas to flooding: events in the North-West Italy, November 1994". Atti Sexto Congreso Nacional y Conferencia Internacional de Geologia Ambiental y Ordenacion del Territorio, Granada, 22-25 de Abril de 1996, Vol. III, p. 309-327 (Referees internazionali). N. pubbl. GNDCI: 1318.
  • LUINO F. (1998): “Study on some villages damaged by natural processes in NW Italy”. 8th Congress of the IAEG, D. Moore & O. Hungr Eds., Vancouver, 21-25 September 1998. Vol. II, p. 1065-1070.
  • CHIARLE M. & LUINO F. (1998): “Colate detritiche torrentizie innescate dal nubifragio dell’8 luglio 1996 sul M. Mottarone (VB-Piemonte)”. Convegno Internazionale: «La prevenzione delle catastrofi idrogeologiche: il contributo della ricerca scientifica», Alba (CN), 5-7 novembre 1996. Volume II, p. 231-245.
  • LUINO F. & TURITTO O. in collaborazione con MALCANGI V. (1998): “L’analisi storica quale elemento d’indagine per l’individuazione delle aree soggette a rischio d’inondazione: il caso di Alba (Italia nordoccidentale)”. Convegno Internazionale: «La prevenzione delle catastrofi idrogeologiche: il contributo della ricerca scientifica», Alba (CN), 5-7 novembre 1996. Volume II, p. 289-300. N. pubbl. GNDCI: 1859.
  • GOVI M., LUINO F. & TURITTO O. (1998): “Successione di processi evolutivi naturali in concomitanza ad eventi idrologici straordinari”. Convegno Internazionale: «La prevenzione delle catastrofi idrogeologiche: il contributo della ricerca scientifica», Alba (CN), 5-7 novembre 1996. Volume II, p. 261-278. N. pubbl. GNDCI: 1822.
  • LUINO F. (1999): “The flood and landslide event of November 4-6, 1994 in Piedmont Region (North-West Italy): causes and related effects in Tanaro Valley”. XXII General Assembly dell’European Geophysical Society, Vienna (Austria). 21-25 april 1997. Ed. Elsevier Science Ltd, Vol. 24, N. 2, p. 123-129. N. pubbl. GNDCI: 1414.
  • LUINO F. (2002): “Flooding vulnerability of a town in the Tanaro basin: the case of Ceva (Piedmont – northwestern Italy). In: Thorndycraft V.R., Benito G., Barriendos M. & Llasat M.C. (Eds), Proc of the PHEFRA Workshop “Palaeofloods, Historical Data & Climatic Variability: Application in Flood Risk Assessment”, Barcelona (Spain), 16-19 October 2002, p. 321-326.
  • LUINO F., BELLONI A., PADOVAN N. in collaboration with BASSI M., BOSSUTO P. & FASSI P. (2002): “Historical and geomorphological analysis as a research tool for the identification of flood-prone zones and its role in the revision of town planning: the Oglio basin (Valcamonica - Northern Italy). 9th Congress of the IAEG, Durban (South Africa), 16-20 September 2002, p. 191-200.
  • LUINO F., CHIARLE M. & AUDISIO C. (2003): “Mass movements in small alpine watersheds: a common but underestimated risk. The case of the Savarenche Valley (Aosta Valley) on June 23, 2002”. In: Picarelli, L. (Ed.), Proc. of the Int. Conf.: “Fast slope movements prediction and prevention for risk mitigation”. Naples, May 11-13, 2003, p. 325-331.
  • LUINO F., CHIARLE M., NIGRELLI G., AGANGI A., BIDDOCCU M., CIRIO C.G. & GIULIETTO W. (2006): “A model for estimating flood damage in Italy: preliminary results”. Proceedings of “Environmental Economics and Investment Assessment” (Aravossis, Brebbia, Karakas & Kungolos Eds.), p. 65-74.
Atti di congressi nazionali:
  • TURITTO O., MARAGA F. & LUINO F. (1995): "Impatto sulle infrastrutture viarie prodotto da piene con inondazione". Atti 1° Convegno Nazionale di Geologia Applicata, Giardini Naxos 11-15 giugno 1995, p. 77-90. N. pubbl. GNDCI: 1390.
  • ARATTANO M., BRUNAMONTE F. & LUINO F. (1995): "Evento alluvionale del 5-6 Novembre 1994 in Piemonte: considerazioni sulla vulnerabilità di alcuni centri abitati". Atti 1° Convegno del Gruppo Nazionale di Geologia Applicata, Giardini Naxos (ME), 11-15 giugno 1995, p. 89-108, N. pubbl. GNDCI: 1231.
  • LUINO F. (2002): “Identificazione delle aree soggette ad inondazione lungo l’asta del fiume Oglio in Val Camonica”. Atti del Convegno “Montagna e dissesto idrogeologico in Val Camonica”, Darfo Boario Terme, 9 novembre 2002, p. 34-42.
  • CIRIO C.G., GIARDINO M. & LUINO F. (2003): “L’uso di cartografia storica per l’individuazione delle aree soggette a rischio d’ inondazione”. Atti della 7 Conferenza Nazionale ASITA, Verona, 28-31 ottobre 2003. Vol. I, p. 777-782.
  • LUINO F., BALESTRO M., INNOCENTI M., QUAGLIOLO P. & AUDISIO C. (2005): “Analisi comparata degli eventi alluvionali del settembre 1993 ed ottobre 2000 nell’alta Val Soana (To): considerazioni sui processi naturali, sugli effetti e sui lavori di sistemazione idraulica”. Atti del Convegno “La difesa idraulica del territorio 2003”. Trieste, 10-12 settembre 2003, p. 267-284.
  • GIULIETTO W. & LUINO F. (2006): “Utilizzo di un’analisi multidisciplinare per le delimitazione delle aree potenzilmente inondabili: il caso del torrente Sangone presso la confluenza con il Fiume Po (provincia di Torino)”. Giornale di Geologia Applicata, 4, p. 57-64.
Protezione Civile:
  • GOVI M., LUINO F., MORTARA G., TROPEANO D. & TURITTO O. (1993): “Rapporto di sintesi sull’evento alluvionale del 23-25 settembre 1993 in Liguria, Piemonte e Valle d'Aosta”. Trasmesso all'Autorità di Bacino del Po ed alla Commissione Grandi Rischi il 13/10/1993. 7 p.
  • Catenacci V., Mortara G., Silvano S., Amanti M., Luino F., Galluzzo F. & Deganutti A.M. (1994): “Relazione di sintesi sulle attività del nucleo geologico attivato dal “Centro Operativo Misto” di Alba a seguito dell’evento alluvionale dei giorni 5-6 Novembre 1994 nel bacino del Fiume Tanaro”, 11 p.
  • LUINO F. (1996): “Verbali di sopralluogo effettuati nel periodo 1994-96”, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Protezione Civile, Ufficio Previsione e Prevenzione, 6 verbali con convocazioni, 22 p., R.T. 96/27.
  • LUINO F. (1997): “Verbali di sopralluogo effettuati nel periodo 1989-1995”, per per conto del Servizio di Protezione Civile della Regione Piemonte, 4 verbali con convocazioni, 11 p., R.T. 96/27.
Cartografia:
  • TURITTO O. & LUINO F. (1995): “Campo di inondazione ed effetti indotti dalla piena del 5-6/11/1994. Fiume Tanaro, tratto C, da Moriglione a Castagnole Lanze. N. 6 sezioni alla scala 1:10.000. Cartografia tematica informatizzata ed acquistabile presso il CSI di Torino.
Poster presentati a convegni:
  • LUINO F. (1998): “New urbanized areas and floodings: vulnerability of some towns in Northwest Italy”. Poster session, “7th Inter. Conference on Natural & Man-Made Hazards”, Chania (Greece), 17-22 May 1998.
  • BELLONI A., LUINO F., PADOVAN N. & PRESBITERO M. (1998): "Evaluation of flooding vulnerability by analysis of historical events and hydraulic-geomorphological data: the case of Vezza d'Oglio and Temù (Northern Italy). Poster session, “7th Inter. Conference on Natural & Man-Made Hazards”, Chania (Greece), 17-22 May 1998.
  • LUINO F., TETAMO G., BELLONI A. & PADOVAN N. (1999): “An application of historical analysis to define flooding risk in the Staffora basin (Lombardy – Northern Italy) Rapporto interno n. 99/38, abstract del poster pubblicato sugli Annales Geophysicae dell’European Geophysical Society alla XXIV General Assembly, The Hague (Holland), 19-23 aprile 1999.
  • SUTERA SARDO P., BERETTA G.P., DE LUCA D.A., LUINO F. & MASCIOCCO L. (1996): “Frane superficiali innescatesi nei dintorni di Ceva (CN) in conseguenza dell’evento meteorologico del novembre 1994”. Abstract presentato al Convegno Internazionale: «La prevenzione delle catastrofi idrogeologiche: il contributo della ricerca scientifica», Alba (CN), 5-7 novembre 1996.
  • BELLONI A., LUINO F., MILANI F., PADOVAN N. & PRESBITERO M. (1997): “Determination of flooding areas within urban planning in the Lombardia region - Italy”. Abstract del poster pubblicato sugli Annales Geophysicae dell’European Geophysical Society alla XXII General Assembly, Vienna (Austria), 21-25 aprile 1997.
  • Luino F., Fassi P., Lerbini M. & Belloni A. (2003): “A multidisciplinary approach to reduce flooding risks in the careful management of civil defence plans: first results in Laveno on the Lago Maggiore shoreline (Lombardy-Italy)”. Euromediterranean Forum on Disaster Prevention, General Directorate of Civil Protection, Madrid, 6-8 October 2003.
  • LUINO F., CHIARLE M. & AUDISIO C. (2005): “Concentrazione di movimenti di massa durante l’evento del 23 giugno 2002 in Valsavaranche (Val d’Aosta)”. Convegno Nazionale A.I.Geo Montagne e Pianure, Padova, 15-17 febbraio 2005, p. 133-134.
  • LUINO F., GODONE F., BALDO M. & ZAMPERONE A. (2006): “Studio di un evento alluvionale con l’impiego di un modello digitale del terreno”. Conferenza nazionale ASITA, Bolzano 14-17 novembre 2006”.
Memorie interne, rapporti tecnici e tesi:
  • LUINO F. (1987): "Studio geologico-tecnico e geomorfologico-ambientale finalizzato all'analisi delle condizioni di stabilità del comprensorio sciistico Sampeyre-Elva-Torrette in funzione delle situazioni di dissesto in atto o potenziali (settore Val Varaita)". Tesi di laurea inedita.
  • LUINO F. & SORZANA P.F. (1987): "Relazione sull'elaborazione della Carta dei terreni superficiali e della copertura vegetale, nell'ambito della realizzazione del Piano di bacino del Fiume Sesia". Allegati: carta a colori alla scala 1:100.000 dei terreni superficiali e della copertura vegetale, 49 p. Memoria interna n. 90/30.
  • LUINO F. (1989): “Valutazione della stabilità del centro abitato di Vaglio Serra (AT)”, 7 p. Memoria interna n. 89/32.
  • LUINO F. (1989): “Valutazione della instabilità della Frazione Villa di Isola d’Asti (AT)”, 8 p. Memoria interna n. 89/33.
  • LUINO F. (1990): “Processi di dinamica dei versanti e dinamica fluviale presso Sampeyre (Val Varaita - CN)”, 28 p. Memoria interna n. 90/28.
  • LUINO F. (1990): “Analisi della fenomenologia valanghiva ed applicazione di modelli fisico-matematici per lo studio di due valanghe presso Sampeyre (Val Varaita - CN)”, 14 p. Memoria interna n. 90/29.
  • LUINO F. (1990): “Prime considerazioni sul fenomeno franoso di Grondona (AL)”. 7 p. Memoria interna n. 90/31.
  • LUINO F. (1991): “Sintesi delle ricerche sulle alluvioni pregresse del F. Adige e dei suoi tributari effettuate presso gli archivi e le biblioteche del Trentino Alto Adige”, 3 p. Memoria interna 91/20.
  • LUINO F. (1991): “Censimento dei centri abitati del Piemonte esposti a rischio di movimenti di massa. Considerazioni preliminari”, 4 p. Memoria interna n. 91/21.
  • LUINO F. (1991): “Valutazione della instabilità del centro abitato di Sarezzano (AL), 6 p. Memoria interna n. 91/22.
  • LUINO F., MORTARA G., TROPEANO D. & TURITTO O. (1994): “Eventi di piena del 23 e 26 giugno 1994. Rapporto sui sopralluoghi effettuati il 27 e 28 giugno 1994 dal personale del CNR-IRPI di Torino. CNR-IRPI, Torino, Rapporto interno n. 94/3, 4 p.
  • LUINO F. (1994): “Considerazioni preliminari sulla frana di Marentino del 6 maggio 1994”, 5 p. Memoria interna n. 94/10.
  • LUINO F. (1994): “Scivolamenti traslativi di roccia in blocco: considerazioni a seguito dei fenomeni gravitativi del novembre 1994”, 7 p. Memoria interna n. 94/23.
  • LUINO F. (1994): “Prime considerazioni sugli effetti prodotti dall’alluvione del 5-6 novembre 1994 in Piemonte”, 4 p. Memoria interna n. 94/24.
  • TURITTO O. & LUINO F. in collaborazione con E. BERETTA (1995): “Valutazione del rischio di inondazione in Regione Gorei, nel territorio comunale di Verduno (CN)”, 6 p., 6 figg., 6 fotografie. Memoria interna n. 95/3.
  • BERETTA E. & LUINO F. (1996): "Ricerche storiche su eventi alluvionali del passato quale supporto per l'individuazione delle aree a rischio di inondazione nel territorio del Comune di Ponte di Legno". M.I. 96/8.
  • BERETTA E. & LUINO F. (1996): "Ricerche storiche su eventi alluvionali del passato quale supporto per l'individuazione delle aree a rischio di inondazione nel territorio del comune di Edolo". M.I. 96/10
  • BERETTA E., LUINO F. TURITTO O & TANTARO C. (1996): “Valutazione della vulnerabilità derivante da processi d’instabilità connessi ad eventi idrologici in Lombardia. Analisi retrospettiva (periodo 1801-1993). Metodologia di trasferimento dei dati su supporto informatico”, 41 p. Memoria interna n. 96/1.
  • LUINO F., TETAMO G., BELLONI A. & PADOVAN N. (1999): “Individuazione delle zone potenzialmente inondabili dal punto di vista storico e geomorfologico ai fini urbanistici: torrente Staffora (PV)”. 55 p.
  • LUINO F., BASSI M., FASSI P., BELLONI A. & PADOVAN N. (2000): “Individuazione delle zone potenzialmente inondabili dal punto di vista storico e geomorfologico ai fini urbanistici: torrente Pioverna (Valsassina) e fiume Serio (Val Seriana)”. 60 p. Rapporto interno n. 00/43.
  • ARATTANO M., MARCHI L., GODONE F., LUINO F. & CHIARLE M. (2000): “Condivisione di metodi e conoscenze sui processi di lave torrentizie per la difesa dei centri abitati”, INTERREG II 1994/99, Italia-Confederazione Elvetica, 39 p.
  • LUINO F., BASSI M., FASSI P., BOSSUTO P., BELLONI A. & PADOVAN N. (2001): “Individuazione delle zone potenzialmente inondabili dal punto di vista storico e geomorfologico ai fini urbanistici: Fiume Oglio”. 74 p.
  • LUINO F., GODONE F., BALDO M. (2005): “Formazione di un modello digitale del terreno con tecniche di fotogrammetria digitale”. R.I. 05/28, 7 p.